Il ristorante Niko Romito apre al Bvlgari Hotel di Milano

Lo Chef Niko Romito ha inaugurato al Bvlgari Hotel di Milano

La quintessenza dell’italianità in cucina è arrivata all’hotel Bvlgari di Milano, dove dal 27 agosto apre il nuovo ristorante curato dallo chef tre stelle Michelin Niko Romito. Questa tanto attesa apertura segue quelle recenti di Pechino, Dubai e Shanghai dove Niko Romito, uno dei più celebrati chef al mondo, 3 stelle Michelin per il suo ristorante Reale in Abruzzo, 36simo tra i World’s San Pellegrino 50 Best Restaurants, cura già i ristoranti dei Bvlgari Hotel. A Milano, il menu è lo stesso che lo chef ha ideato ad hoc per i Bvlgari Hotels & Resorts e comprende alcuni dei  piatti più rappresentativi della sua cucina come per esempio l’Antipasto all’italiana, la versione ricodificata della tradizionale Lasagna, la Cotoletta alla milanese, i Ravioli di patate con gamberi rossi e calamari e il Tiramisù, sebbene arricchito con  nuovi piatti creati esclusivamente per la proprietà italiana:

·        Baccalà, maionese di patate e peperoni: questo piatto incarna uno dei più popolari abbinamenti di ingredienti della tradizione gastronomica italiana. L’innovazione importante è il grande lavoro che è stato realizzato sulle diverse strutture: la patata alla base del piatto diventa una maionese leggera, mentre i peperoni diventano una glassa al caramello che conferisce una nota agrodolce esaltando il gusto deciso del baccalà.  

·        Manzo al pepe nero: è uno dei piatti che meglio identifica il lavoro che da anni lo Chef Romito porta avanti sul rispetto della cottura della carne rossa e le sue proteine. La panna alla base della salsa del classico filetto al pepe, viene sostituita con una salsa di mandorla ed acqua che si contrappone perfettamente al gusto speziato e netto di un estratto di pepe nero.

·        Tortelli con ricotta, spinaci e manteca: uno dei grandi classici tra i tipi di pasta ripiena della tradizione italiana domestica. L’equilibrio in questo piatto è dato dal rapporto tra la grande personalità dello strato sottilissimo di pasta ed il sapore delicato e inconfondibile del ripieno. Il burro “manteca” è un prodotto caseario molisano che rispetto al burro tradizionale è più leggero e profumato.

·        Spaghetti e pomodoro: gli spaghetti e il pomodoro sono gli unici due ingredienti del piatto. L’idea è di conferire ad entrambi la stessa importanza.  Un’opera incredibile basata su concetti innovativi e moderni di tecniche di estrazione e riduzione, fanno si che la salsa di pomodoro ottenuta con pomodori biologici pugliesi “La Motticella”, si sposi perfettamente con la pasta senza offuscare il gusto ancestrale degli spaghetti.

·        Pane e cioccolato: questo dolce è un tributo al più popolare dei ricordi dell’infanzia. Il pane è realizzato con due antiche varietà di grano, solina e saragolla ed ha una nota molto acida. Il cioccolato invece si declina in quattro consistenze diverse: una base acqua, un cremoso, un gelato ed una granella croccante.

Il resident chef al Bvlgari Hotel di Milano è Claudio Catino già al timone delle brigate dei Bvlgari Hotel a Pechino e Shanghai durante i primi mesi dopo le aperture.

Soddisfatto Silvio Ursini, Executive Vice President di Bulgari: «Milano rappresenta sia la prima città in cui abbiamo intrapreso l’avventura nel settore dell’ospitalità, iniziata ormai quattordici anni fa, sia la nuova capitale culinaria del Paese. Il ristorante valorizzerà il soggiorno in hotel per i nostri ospiti e sarà aperto al pubblico per far provare a tutti il sapore vero dell’Italia».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*