Piacenza da gustare

Dal 10 al 12 ottobre, a Palazzo Gotico e sotto i suoi portici, la città festeggia le sue due eccellenze più rappresentative a tavola, la Coppa Piacentina Dop e il Gutturnio Doc dei Colli piacentini, nell’edizione 2014 del Premio Coppa d’Oro e Gut Festival con un programma ricco di iniziative

Federica Belvedere

Ogni prodotto è espressione di una zona geografica specifica, di un microclima, di una tecnologia produttiva e di un contesto sociale ed economico unico. Ogni prodotto ha una storia che lo lega indissolubilmente al suo territorio d’origine, in cui gustarlo offre un’emozione che va al di là della soddisfazione del palato, regalando conoscenza ed esperienza. Anche in nome di questo concetto, Piacenza, dal 10 al 12 ottobre, dedica un lungo weekend ai suoi due prodotti d’eccellenza: la storica Coppa Piacentina Dop, con il suo inconfondibile profumo delicato e il suo gusto dolce, e il Gotturnio Doc dei Colli piacentini. Un modo goloso per unire due eventi di livello internazionale nell’edizione 2014 del Premio Coppa d’Oro e Gut Festival. “Il Premio Coppa d’Oro, intitolato alla Coppa Piacentina Dop, è stato inaugurato nel 2007 dalla Camera di commercio di Piacenza per portare un contributo reale alla promozione dei prodotti eccellenti dell’industria alimentare piacentina -spiega Roberto Belli, presidente del Consorzio Salumi Tipici Piacentini- Negli anni la manifestazione ha assunto sempre maggior rilievo, grazie anche alla presenza di personaggi di spessore ai quali è stato conferito il riconoscimento”. I premiati di quest’anno sono ancora top secret, ma a tenere uno speech che si profila oltremodo interessante, in occasione della premiazione, sarà lo storico dell’alimentazione Massimo Montanari. “Coppa piacentina e Gutturnio frizzante sono l’eccellente biglietto da visita per il territorio, anche e soprattutto in vista dell’Expo”, aggiunge Giuseppe Parenti, presidente della Camera di commercio di Piacenza: non per niente, l’anno scorso la Coppa d’Oro è stata assegnata a Diana Bracco, presidente di Expo 2015.

coppa

Una tre giorni anticipata dalla visita al Salumificio Gagliardi di San Giorgio Piacentino per un assaggio di coppa e salame e al suggestivo Castello di Luzzano di Rovescala per una degustazione del Gutturnio vivace Duestrade con Giovannella Fugazza: “Il format di questa ottava edizione della Coppa d’Oro, che si svolgerà come sempre al Palazzo Gotico, oltre al convegno, alla premiazione e agli immancabili assaggi e acquisti di gusto nella bottega allestita sotto i portici, prevede una serie di iniziative come showcooking, concerti jazz, un concorso fotografico e un product showcase per gli addetti al settore fra i buyers, cantine e salumifici”. Una novità importante riguarda proprio la Coppa con “Te lo do io il panino”, un’iniziativa per le scuole di Piacenza e provincia con lo scopo di insegnare ai giovani a mangiare sano e piacentino.
E nel bicchiere? O meglio nel tipico scudlei, la scodella nella quale spesso a Piacenza e dintorni si offre il Gutturnio? “Saranno presenti alla kermesse circa 40 cantine che porteranno i loro Gutturnio- anticipa Roberto Miravalle, presidente Consorzio vini Doc Colli piacentini- ma anche altri vini autoctoni come Ortrugo e Malvasia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*