La Fipe indaga sugli italiani e il cibo

Prepariamo da mangiare giorno per giorno, cuciniamo sempre meno a pranzo e dedichiamo poco tempo ai pasti. Fipe, federazione italiana pubblici esercizi, indaga il rapporto degli italiani con il cibo per scopre che in media si dedica al pasto meno di mezz’ora la giorno in casa e che il ristorante viene visto come un luogo dove rilassarsi (per il 38,6%), e il 62,5% di chi pranza o cena fuoricasa si gode il pasto più di quanto non riesca a farlo tra le mura domestiche. Rimane il legame con le tradizioni culinarie, visto che il 75% tramanda di generazione in generazione i piatti tipici di famiglia e per il 98% si tratta di ricette che “scaldano il cuore” evocando ricordi ed emozioni. In più siamo attenti a ciò che mangiamo. Il 46,1% sarebbe infatti disposto a pagare un prezzo del 10% per cento superiore alla media per acquistare un prodotto sicuro e di buona qualità e il 71,8% degli italiani durante la scelta del piatto da consumare s’informa sulla qualità e la provenienza dei prodotti utilizzati.

[kelkoogroup_ad id="13541" kw="cake" /]