DALLE COSTE ITALIANE ALLA GRECIA PER LA TUTELA DEL MARE

“Informare, promuovere e tutelare per alimentare il Mediterraneo”. È questo l’obiettivo del Mediterranean Cooking Congress 2019, giunto alla VI edizione che sarà itinerante sulle coste del Mediterraneo. L’evento, organizzato dalla società By Tourist, è stato presentato al José Restaurant di Torre del Greco con la partecipazione di Gaetano Cimmino, Sindaco di Castellammare di Stabia, Antonino Miccio, direttore dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella, Rosario Lopa, portavoce Consulta Nazionale per Agricoltura, risorse ambientale ed acqua, e gli chef Domenico Iavarone del ristorante Josè Restaurant di Torre del Greco e Pietro D’Agostino chef del ristorante La Capinera di Taormina, 1 stella Michelin.

[kelkoogroup_ad id="13541" kw="cake" /]

La kermesse partirà il 24 marzo 2019 da Castellammare di Stabia, il 30 settembre farà tappa a Venezia, il 28 ottobre verrà ospitata a Taormina, con la conclusione congressuale il 1° ottobre a bordo della nave Grimaldi che naviga verso la Grecia. Il focus del prossimo anno sarà incentrato sulla tutela di “acqua e pesca”: acqua intesa come risorsa primaria, fondamentale per il Mediterraneo, e la pesca per tutelare flora e fauna del mare. Con particolare attenzione agli ecosistemi e alle normative europee relative al settore della pesca e alla tutela della flora e della fauna del mare. Per finanziare queste iniziative durante il 2019 saranno raccolti fondi con cene a tema, in cui gli chef delle coste del Mediterraneo offriranno “ menù responsabili” che rispettano la stagionalità della pesca e creano un vademecum al fine di informare e sensibilizzare consumatori, ristoratori e pescatori su cosa, come e quando pescare, cucinare e mangiare a seconda della stagione.

“Il programma partirà ufficialmente il 24 marzo con un educational di due giorni alle Terme di Stabia accompagnato dalla cucina degli chef che hanno scelto di preparare una cucina etica, per rispettare il più possibile il mare e l’ambiente. Tra gli chef presenti Gennaro Esposito di La Torre del Saracino di Vico Equense, Vincenzo Guarino di Il Pievano di Gaiole in Chianti, Alfonso Porpora del Pastabar Leonessa, più il giornalista Eduardo Raspelli di Mela Verde, Rosalba Giugni di Mare Vivo, Umberto Masucci del Propeller Club che ha patrocinato l’evento, e infine i produttori del Pastificio Artigianale Leonessa e le salse de I Sapori di Corbara. Una parte del tour sarà dedicata a valorizzare le 28 diverse sorgenti di Castellammare di Stabia, denominata “città delle acque”, e avviare la raccolta firme per il Riconoscimento Unesco di Patrimonio Naturale dell’Umanità” spiega Luisa Del Sorbo, manager della società By Tourist e ideatrice del Med Cooking. Il Mediterranean Cooking Congress 2019 si concluderà ad ottobre in Sicilia, a Taormina, tra laboratori culinari e scientifici, tavole rotonde con consorzi di pescatori, in un programma ricco di iniziative coordinate da Pietro D’Agostino, chef patron del ristorante stellato La Capinera, in sinergia con enti di ricerca, imprenditori ed associazioni del territorio. Info: www.cookingcongress.com
Gianna Melis

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*