Da Attimi by Heinz Beck il pranzo è al volo

All’interno dell’aeroporto di Fiumicino, il nuovo ristorante dello chef tristellato è nato in collaborazione con Chef Express del Gruppo Cremonini.

L’attimo è fuggente. Sarà per questo che il celeberrimo Heinz Beck ha scelto proprio l’aeroporto di Fiumicino come location del suo nuovo ristorante Attimi, per l’appunto. Realizzato in partnership con Chef Express, la società che gestisce tutte le attività di ristorazione del Gruppo Cremonini, il locale, inaugurato il 20 gennaio scorso, si trova nella nuova area di imbarco E per i voli extra continentali (90 mila metri quadrati), Terminal 3: in quella che si candida a diventare, tra arcate imponenti, immense vetrate e un profluvio di luce naturale, uno dei principali airport mall d’Europa. La mission è dar vita a un connubio dove cucina fast faccia rima con qualità slow. “In aeroporto hai sempre poco tempo e in questi pochi attimi devi trovare il cibo giusto che ti aiuti ad affrontare un lungo viaggio – spiega lo chef – Noi facciamo una cucina dai sapori mediterranei, profumati, gustosi, ma nello stesso tempo molto leggeri. Una cucina del benessere, insomma… perché la vita si conta non in ore, ma in attimi”.

Ecco quindi un nuovo concept restaurant, realizzato dall’architetto Massimo Iosa Ghini, 70 coperti dalla mise en place elegante ed essenziale (alcuni dei quali con affaccio pista), 260 metri quadrati e una straordinaria cucina a vista: qui una brigata di 50 persone lavora no stop dalle 11 del mattino alle 22. Tre i menu costruiti dallo chef tedesco, della durata di 30, 45 e 60 minuti. Anche il beverage è all’altezza di una cucina stellata. E per gli appassionati gourmet anche in alta quota, la possibilità del take away è ampiamente contemplata. Insomma, una nuova formula di casual dining che permette di provare l’estro dello chef della Pergola a prezzi accessibili a tutti (si parte da 38 euro per la formula più breve). Entusiasta della partnership è Cristian Biasioni, amministratore delegato di Chef Express: “La diversificazione è il leit motiv della nostra strategia e infatti abbiamo colto subito quest’opportunità. Il nostro è uno spin off, un matrimonio tra una grande catena e la vendibilità di grande chef”.

Rossella Cerulli

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*