Il Gusto per la ricerca, la ristorazione per le malattie infantili

Prende il via oggi 14 novembre la Settimana del gusto, l’evento gastronomico del Gusto per la ricerca, la onlus dei fratrelli Alajmo. Si tratta di un evento di charity con una settimana di pranzi e cene sparsi per l’Italia. La settimana che terminerà il 21 novembre prevede la raccolta di fondi da destinare alla ricerca scientifica sulle neoplasie infantili e alle strutture di sussistenza destinate all’infanzia. Quest’anno cambia formato coinvolgendo diversi chef e ristoranti per una intera settimana di pranzi e cene in tutta Italia.

Insieme, il ristoratore e il cliente, saranno protagonisti diretti di un atto di beneficenza, devolvendo il 100% del ricavato della serata alla onlus Il Gusto per la Ricerca, indicando eventualmente altre onlus individuate dai ristoranti partecipanti. In mancanza di preferenza, Il Gusto per la Ricerca, destinerà il ricavato alla Fondazione Città della Speranza, diventata, grazie anche al nostro sostegno, il miglior centro europeo per la cura dell’Oncoematologia infantile

Diverse le modalità di coinvolgimento. Il 14 novembre Le Calandre ospiteranno una cena a quattro mani con Fulvio Pierangelini, mentre la Macelleria Damini & Affini organizza un tour dell’antica cascina Lago Scuro e una cena con menù a sorpresa dello chef Giorgio Damini. Il ristorante Il Luogo di Aimo e Nadia mercoledì 16 novembre proporrà un menù stagionale per due persone abbinato a una degustazione di vino al calice. Sempre mercoledì 16 novembre Enoteca Pinchiorri metterà a disposizione un tavolo per quattro persone.

“La Settimana del Gusto rappresenta l’occasione per la ristorazione italiana, di essere per una volta unita e compatta nel tentativo di coinvolgere, sempre più, la sensibilità delle persone verso i problemi dei bambini in forte difficoltà e verso la ricerca di una loro possibile risoluzione”, dice Raffaele Alajmo, uno dei fondatori de “Il Gusto per la Ricerca”.

La prenotazione e l’acquisto dei tavoli per la Settimana del Gusto possono essere effettuati dal cliente attraverso il sito Tavoli Trasparenti, il sistema di restaurant-booking completamente dedicato alla beneficenza dove è possibile consultare anche la lista dei locali che aderiscono all’iniziativa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*