All’hosteria del mercato mangi e compri

Prodotti provenienti direttamente dalle aziende agricole, organic juice bar, sala da the, cocktail bar. Tutto questo è l’Hosteria del mercato – 1870 che ha aperto i battenti in via Bocca di Leone a Roma.

Aperta dalle 8.30 del mattino alle 23, anche take away, l’Hosteria propone i classici della cucina romana con contaminazioni bio (Amatriciana e Carbonara sono preparate con pancetta biologica), pizza romana con farine biologiche e lievitazione naturale, insalate, Polpo scottato alla griglia con scarola riccia, patate, olio evo e limone, fino ad arrivare alle proposte vegetariane e vegane come i Maccheroncini di canapa al pomodoro, melanzane, formaggio di anacardi e basilico, il Wok di quinoa con verdure saltate, menta fresca e peperoncino, la Tagliata di tempeh con patate al rosmarino riduzione di aceto balsamico o le frittelle di zucchine con coriandolo e yogurt di soia.

Hosteria 1
Per quanto riguarda il mercato Umberto Cinelli, patro dell’Hosteria del Mercato ha messo a frutto la sua grande esperienza nella ristorazione per offrire una attenta selezione di prodotti coltivati secondo natura, un luogo dove conoscere e acquistare il frutto del lavoro di aziende agricole che hanno scelto di dedicarsi con amore e passione alla terra per dare frutti buoni e sostenibili.

Tra i produttori che sono stati selezionati c’è Biobrado, allevamento che rispetta i cicli biologici degli animali e che propone capocollo, pancetta e lombetto tutto di cinta senese; da Sapori Unici dell’Agro Pontino (Latina) arriva una Crosta fiorita di latte crudo al rosmarino, il Muffieno alla menta piperita, il Bruciacchiato al latte crudo. Bio Innocenti offre un olio extra vergine d’oliva della Sabina, creme e battuti di ortaggi, composte di frutta, conserve di pomodoro, verdure sott’olio, E poi c’è l’azienda vitivinicola Jasci e Marchesani che a Vasto, provincia di Chieti, opera da cinqunt’anni nel campo del vino e che dal 1978 ha scelto di produrre del vino biologico certificato. Tra le etichette in carta all’Hosteria si possono degustare Riesling e Montepulciano. Per il pane, ci si è affidati per larga parte a Panis Naturae che produce pane gluten free, cotto in forno a legna con l’utilizzo di lievito madre, pane rustico con farine di grani antichi a lievitazione naturale, baguette particolari ai semi misti che verranno utilizzate per i panini d’asporto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*