A Milano torna il Gin day

Dall’11 al 12 settembre a Milano si svolgerà la quarta edizione dell’unico evento italiano esclusivamente dedicato al gin. Reduce dall’edizione 2015 che ha visto quasi quattromila bartender accreditati, 95 brand esposti e oltre duecento prodotti in degustazione, il Gin day , organizzato da Bartender.it, si svolgerà negli ampi spazi di via Watt.

Il cuore dell’evento è collocato nella tasting room, ampliata in termini di spazi e di varietà dei prodotti. La grande sala espositiva accoglie un percorso fatto di distillerie, brand, importatori e distributori: numerosi banchi d’assaggio per un’esperienza diretta con ogni singolo prodotto. Menzione a parte meritano l’insieme di corner dedicati ai gin italiani, una folta schiera che va a comporre un’area esclusivamente “Made in Italy”, e la zona adibita all’esposizione di bevande sodate, sciroppi e pre-mix.

gin-sign-lst192082

Due le sale adibite ai seminari. Da un lato sono gli stessi brand ad esporre le proprie novità, con speech e degustazioni guidate aperte al pubblico previa registrazione in loco. Dall’altro gli international guest presenti all’evento “aprono” le porte dei propri locali. I seminari, gratuiti come da consuetudine, vedono quattro assi di Londra volare su Milano: Erik Lorincz dell’American Bar at The Savoy Hotel, Marian Beke del The Gibson, Luca Cinalli dell’Oriole Bar e Agostino Perrone del The Connaught Bar, timonieri di luoghi storici ma estremamente moderni, bar di culto e d’ispirazione per tutto il mondo del bartending. Torna a theGinDay anche Simone Caporale: forte della sua esperienza londinese presso L’Artesian Bar, è l’esempio di come grandi luoghi, vetrina di immagine e marketing, possano plasmare grandi professionisti. Novità della quarta edizione è la presenza di Cihan Anadologlu, del nuovo Circle di Monaco, dove principi e idee sofisticate stanno trovando un sorprendente spazio di realizzazione nell’ambito della mixology. Presente anche Leonardo Leuci, per togliere il velo sull’infinita varietà di contenuti del Jerry Thomas Project di Roma, mentre Dom Costa di bartender.it, con i suoi anni di esperienza su navi da crociera, svela al pubblico le molteplici vesti di un cocktail bar “in mare aperto”. Dario Comini poi torna per raccontare l’essenza e i segreti del suo Nottingham Forest di Milano. Ritorna anche Fulvio Piccinino di Saperebere per raccontare il gin italiano tra risvolti storici e nuove interpretazioni degli ultimi brand nati.

Ulteriore spazio verrà poi dedicato a diversi altri bar italiani di successo, protagonisti nelle sale tasting private con seminari e approfondimenti, senza dimenticare alcune sorprese come la presenza di altri grandi ospiti che potrebbero aggiungersi a programma ultimato.

Il Gin Bar permette di degustare in miscelazione i prodotti assaggiati in sala tasting, e non può mancare lo Shop, che offre l’occasione di acquistare gli spirits in degustazione oltre a set e linee di attrezzatura professionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*