Travel appeal index per gestire la reputazione online

La reputazione online è sempre più importante. Alberghi e ristoranti devono tenere sotto controllo i social per sapere cosa si dice di loro e intervenire in caso di critiche particolarmente pesanti per gestire al meglio il rapporto con il cliente. Per aiutarli in questo lavoro è nato il Travel appeal index che permette di avere sotto controllo la situazione.

La startup fondata da Mirko Lalli ha sviluppato un algoritmo capace di tenere traccia e analizzare le recensioni dei clienti ma anche tutte le conversazioni su Twitter, Instagram, Facebook, Google, Pinterest, Yelp, Foursquare, TripAdvisor, TheFork, Hoover e altri canali digitali. I dati acquisiti sono elaborati con il Travel Appeal Index, lo strumento che fornisce un valore compreso tra 0 e 100 per indicare il livello di gradimento da parte del pubblico. “Si tratta di un mezzo inedito per monitorare in tempo reale l’immagine digitale evidenziando le singole peculiarità di una struttura con l’aggiunta di suggerimenti utili per risolvere gli aspetti negativi”, spiega Lalli, che ha ricevuto finanziamenti da H-Farm e Unicredit la prima banca a utilizzare l’Index per avere uno strumento in più per valutare il finanziamento di progetti nel mondo dle turismo.

La società ha  chiuso un paio di importanti accordi. Il primo con il Mibact, il ministero per i beni culturali e prevede il monitoraggio online di 27 musei statali italiani, mentre il secondo è con 2Night, società specializzata nell’informazione e comunicazione nel tempo libero, indirizzata ai ristoratori. 2Night venderà in esclusiva ai suoi tremila clienti italiani il Travel appeal index che ha un canone di 19,99 euro mensili. L’intesa nasce dai risultati di un’indagine secondo la quale 9.000 punti ristoro nel 2015 hanno ottenuto più di 500.000 recensioni ma solo il 7% ha fornito una risposta e in un tempo medio di undici giorni. Ci sono quindi ampi margini di miglioramento anche perché il 62% dei ristoratori usa Facebook e il 53% ha un sito web. Sul sito travelappeal.com è disponibile una prova gratuita.Immagine

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*