Campari si beve il Grand Marnier

Gruppo Campari ha raggiunto un accordo con i membri della famiglia azionista di controllo della società quotata francese Spml per acquisire immediatamente azioni, corrispondenti a 17,19% in piena proprietà, 1,06% in nuda proprietà e 1,54% in usfrutto del capitale di Spml, con transazioni ai blocchi con alcuni membri della famiglia azionista di controllo. Contestualmente all’acquisizione Gruppo Campari entra in un accordo in esclusiva con Spml per la distribuzione del portafoglio di spirit di Grand Marnier a livello mondiale. Spml è una società francese, specializzata nella produzione e nella vendita di liquori premium. Fondata nel 1827, la società ha velocemente acquisito una notevole reputazione per l’alta qualità dell’acquavite.

sites_default_files_brand_galleria_brand_positioning_2015_lr_2defNel 1880, Louis-Alexandre Marnier Lapostolle, discendente del fondatore, ebbe l’intuizione di risaltare la ricchezza organolettica dei cognac miscelandoli con l’arancia, un frutto raro e prezioso a quei tempi. Da quel momento in poi, Grand Marnier è stato il risultato della combinazione dei cognac più puri e l’essenza delle arance selvatiche tropicali, uniti ad altri ingredienti e successivamente invecchiati in botti di quercia, seguendo una ricetta segreta rimasta invariata fin dall’origine. Oggi Grand Marnier è uno dei brand maggiormente riconosciuti e celebrati dell’industria spirit, con una storia di 150 anni. Come ingrediente fondamentale di molti cocktail classici, Grand Marnier gode di un posizionamento premium, oltre a essere qualificato come un ‘must have’ nell’offerta dei premium cocktail bar, grazie alla sua eccellente qualità e riconoscimento internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*