A Milano nasce la Confraternita dell’ossobuco

ooo
Per quattro persone servono 4 ossibuchi alti almeno 4 centimetri e tagliati al centro del girello di vitello perché ci sia la giusta dose di midollo, 60 grammi di burro, 2 cipolle novelle o una bianca, 1 piccola carota
, farina bianca, 1 decilitro di vino bianco secco, brodo di manzo e/o vitello fatto con le ossa
, pepe bianco
, 1 grosso spicchio d’aglio
, la scorza di un limone non trattato (solo la parte gialla)
, un ciuffo di prezzemolo
, sale. Sono gli ingredienti dell’ossobuco alla milanese, piatto della memoria meneghina che ora una confraternita -dell’òssbus, appunto- vuole riportare in auge, facendolo ri-scoprire e apprezzare come quando era popolare nei ristoranti-salotti in cui decenni orsono si incontrava la Milano intellettuale. A prendere l’iniziativa di fondare il sodalizio è l’Accademia delle 5 T, associazione attiva nella valorizzazione e nella salvaguardia del nostro patrimonio agroalimentare, e due ristoratori: Matteo Scibilia, dell’Osteria della Buona condotta di Ornago, e Lino Gagliardi, dell’Antica osteria La rampina di San Giuliano Milanese. Ristorante dove lo scorso settembre si è tenuta la cena inaugurale della confraternita e dove l’òssbus è stato servito come da tradizione, ossia accompagnato da un superbo risotto giallo (alla milanese, of course).

Fanno parte della neonata confraternita, che i fondatori assicurano essere l’unica di carattere enogastronomico a Milano, giornalisti, ristoratori, macellai. Uniti nell’intento, come si legge nello statuto, di garantire la memoria dell’autentica cucina milanese con una particolare attenzione all’ossobuco alla milanese, ma anche di favorirne l’adozione nei ristoranti della città e delle province lombarde e limitrofe. Fra le iniziative della confraternita una serie di cene di riscoperta dell’òssbus. La prossima si terrà il 23 ottobre al ristorante Passone di Montevecchia.

1 Comment

  1. Peccato che nella foto della pietanza non si veda la tradizionale “gremolata”… Se si parla di tradizione devono essere presenti tutti gli elementi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*