Santa Sofia acquisisce 45 ettari da convertire a vigne

Santa Sofia - Luciano e Giancarlo Begnoni in vigna lowImportante ampliamento dell’azienda veneta Santa Sofia della famiglia Begnoni, che ha deciso di acquisire 45 ettari nel comune di Grezzana, in località Briago, a circa 400 metri di altitudine, in una zona storicamente votata alla produzione di vini rossi. Gli ettari, che si aggiungeranno dunque ai 24 storici dell’azienda nella Valpolicella Classica, saranno convertiti a vigneto. “Per entrare a regime a Briago ci vorranno sei o sette mesi, quindi si andrà alla prossima campagna vitivinicola, la produzione sarà a regime entro tre anni. Verranno adottate tecniche che rispettino l’ambiente, e siamo assolutamente convinti di procedere sulla strada della viticoltura sostenibile, con la lotta integrata, ricorrendo ai trattamenti solo dopo aver lavorato manualmente in vigna in modo da prevenire le malattie e usare la chimica solo nei termini meno invasivi possibile” dichiara Luciano Begnoni, che continua “A seconda della disposizione del terreno si focalizzerà la vocazionalità, una scelta indispensabile per determinare le migliori scelte per la messa a dimora del vigneto.Solo quando tutti i singoli elementi dell’ecosistema vigneto risultano complementari e in equilibrio, infatti, si ottiene il miglior risultato quali-quantitativo della vite.”

Il progetto prevede anche il restauro del casale per la realizzazione di uno spazio dedicato all’accoglienza e le camere per l’ospitalità.

Santa Sofia-Cantina storica del XVI secolo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*