Olio, in Gdo spesi 634 milioni di euro

bottiglie olio generiche

Secondo i dati dell’Osservatorio economico di Unaprol, nel 2014 gli italiani hanno speso 634 milioni di euro in olio extra vergine di oliva, con un prezzo medio di 4,11 euro a litro, di cui il 66% in promozione. Buono anche il bilancio per gli oli extra vergine biologici, venduti a 8,13 euro/litro per un totale di 18 milioni e delle Dop che hanno totalizzato rispettivamente 11 euro/litro per un totale di oltre 31 milioni di euro. Quanto al segmento 100% italiano ha venduto 111 milioni di euro con un prezzo medio a scaffale di 5,12 euro/litro. Pietro Sandali, direttore generale del consorzio olivicolo italiano, sottolinea che ”l’alta percentuale del prodotto venduto in promozione dimostra come l’extra vergine di oliva convenzionale venga utilizzato come prodotto civetta. Diverso, invece, l’atteggiamento adottato dalla Gdo nei confronti dei consumatori Bio, Dop e 100% italiano, dove il prezzo è doppio o quasi triplo per le prime due categorie e del 20% circa in più per la terza”. L’Unaprol fa notare come i consumi di extra vergine siano aumentati del 3% rispetto al 2013, come anche il valore dei segmenti Bio e Dop e in volume, per la categoria 100% italiano che nel 2014 ha venduto quasi 22 milioni di litri; in questi dati non sono compresi vendita diretta ed autoconsumo. Secondo Unaprol, infine, gli italiani consumano ogni anno 12 litri di olio di oliva, di cui 7,5 litri di extra vergine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*