I finalsiti dell’Umberto Cesari Art Contest

unnamed

Sono state 75 le opere inviate dagli studenti delle Accademie di Venezia, Urbino e dell’Uqam, l’Université du Québec à Montréal, ad aver partecipato alla seconda edizione dell’Umberto Cesari Art Contest. L’attenzione di un’impresa nei confronti dei giovani è stata premiata, dunque, da uno straordinario riscontro, offrendo non solo spazio ai giovani ma anche un esempio di impegno nei confronti della cultura. Una partecipazione che testimonia la grande crescita del concorso e l’interesse sempre maggiore dei giovani artisti a concorrere all’Umberto Cesari Art Contest. Arte, vino, questi i temi lanciati per il premio, e se la prima edizione era rivolta ai giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, in omaggio alla terra che produce il vino della Cantina Cesari, alla quale la Famiglia è naturalmente legata, questa seconda edizione si è voluta aperta all’internazionalità. I giovani artisti delle Accademie hanno aderito con entusiasmo e grande impegno, proponendo alla giuria decine di opere di altissimo livello che hanno mostrato un interessante e diversificato spaccato della ricerca artistica della nuova e vitale generazione emergente.

Ora sarà la rete a decretare il vincitore dell’Umberto Cesari Art Contest 2015. Fino alla mezzanotte del 17 marzo sarà il pubblico del web a decretare il vincitore votando l’etichetta del vino della linea MOMA sul sito www.umbertocesariartcontest.com. Tutti coloro che avranno espresso la propria preferenza potranno partecipare all’estrazione di un weekend in una capitale europea. L’opera vincitrice dell’UMBERTO CESARI ART CONTEST 2015 andrà a sostituire l’attuale etichetta della linea MOMA, l’opera Paper Glass di Elena Valentini vincitrice della prima edizione, e sarà ufficialmente presentata con una conferenza stampa il 18 marzo a Bologna e in occasione del Vintaly.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*