Industria alimentare in controtendenza

food
In controtendenza aumenta la produzione alimentare e delle bevande che fa registrare un aumento dell’1,3 per cento sull’anno e dello 0,7 per cento rispetto al mese precedente spinto anche dai positivi risultati a tavola delle festività del natale e di fine anno. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare i dati Istat sulla produzione industriale a novembre. Le spese alimentari rappresentano una componente rilevante del budget di Natale delle famiglie in Italia e all’estero dove – sottolinea la Coldiretti – si registrano risultati sorprendentemente positivi per il Made in Italy. Se gli italiani solo per imbandire le tavole hanno speso complessivamente 4,1 miliardi di euro, solamente tra il pranzo di Natale e i cenoni della Vigilia e di Capodanno, anche all’estero – precisa la Coldiretti – la domanda di Made in Italy è stata in aumento. Per le sole festività di fine anno si contano 170 milioni le bottiglie di spumante italiano stappate all’estero, dove si registra un balzo del 24 per cento nelle bottiglie esportate, sulla base dei dati Istat nei primi nove mesi del 2014.L’ andamento positivo della produzione alimentare a novembre d ottobre non consente comunque di compensare le difficoltà del 2014 alle quali insieme alla crisi dei consumi ha contribuito – conclude la Coldiretti – il maltempo con un crollo del 35 per cento per raccolto di olio di oliva, del 15 per cento per il vino fino al 4 per cento del grano duro destinato alla pasta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*