Vinitaly oltre il futuro del vino

Una rappresentanza sempre più significativa di vini provenienti dai più grandi Paesi produttori del Vecchio e del Nuovo Mondo e oltre 4 mila cantine italiane saranno presenti alla 49a edizione di Vinitaly (www.vinitaly.com), che si terrà a Verona dal 22 al 25 marzo. Il Salone del vino e dei distillati più importante a livello internazionale sarà ancora una volta l’appuntamento da non perdere per gli operatori del settore, siano essi buyer, ristoratori, chef, sommelier, albergatori, titolari di winebar e locali e aziende del foodservice. A tutti Vinitaly offre, infatti, il plus della sinergia con Sol&Agrifood ed Enolitech, le due manifestazioni che si svolgono in contemporanea e che completano l’offerta alla filiera con i prodotti agroalimentari di qualità e gli “strumenti del mestiere” per la produzione di vino e olio, ma anche per l’offerta al consumatore, come arredi per cantine ed enoteche, bicchieri e dispenser. Per migliorare il lavoro dei professionisti in visita, la selezione sarà ancora più stretta che in passato, grazie a un nuovo sistema di registrazione degli operatori in entrata.

Vinitaly3

A fare da corollario, il 21 marzo torna OperaWine, Finest Italian Wines: 100 Great Producers, l’evento che, alla vigilia di Vinitaly, apre le porte a coloro che vogliono scoprire in poche ore un concentrato dell’eccellenza vinicola italiana. Da vivere con spirito da wine lover, invece, Vinitaly and the City, il FuoriSalone che da quest’anno si svolgerà nelle suggestive piazze del centro storico e con un calendario più ampio: da giovedì 19 a lunedì 23 marzo, dalle 18 alle 23. Un’occasione per gustare alcuni tra i migliori vini e le più gustose specialità gastronomiche artigianali italiane, seguendo un itinerario storico e artistico unico al mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*