Hotel in Italia, prezzi in discesa

Secondo l’Hotel Price Index, analisi sull’andamento dei prezzi delle camere di albergo di tutto il mondo effettuata da Hotels.cm, i prezzi degli hotel in Italia nel 2013 hanno fatto registrare un calo del 2% rispetto al 2012, arrivando ad una media di €122 per camera a notte. Delle 49 destinazioni incluse nell’analisi, 29 hanno visto un calo dei prezzi, 2 sono rimaste stabili e 18 hanno fatto registrare un incremento delle tariffe.

hotel_neon

Le prime posizioni della classifica sono occupate dalle località della Costiera Amalfitana e della zona circostante, dove le tariffe hanno superato i €200 per camera a notte. Positano è la destinazione dove i viaggiatori hanno pagato di più nel 2013, una media di €217 a notte, in seguito ad un aumento dell’1% delle tariffe. A Capri, invece, i prezzi hanno subito una flessione del 5% fino a €206, ma nonostante questo la città si trova al secondo posto della classifica. Ad Amalfi i viaggiatori hanno pagato in media €187 per camera a notte, in seguito ad un aumento dei prezzi del 6% rispetto al 2012.

Invece, le città italiane più convenienti per i viaggiatori nel 2013 sono state Brescia, Ravenna e Padova, separate da pochi euro di differenza. La città lombarda è stata in assoluto la destinazione italiana dove i viaggiatori hanno speso di meno, con una media di €79 per camera a notte, in seguito ad un calo dei prezzi dell’8% rispetto all’anno precedente. A Ravenna, una delle città dove i prezzi degli hotel sono scesi di più rispetto al 2012 (-9%), i viaggiatori hanno pagato mediamente €80 per camera a notte, mentre a Padova la spesa media è stata di €81 a notte, nonostante un rialzo del 3%.

HPI Italian map

Il maggiore aumento percentuale dei prezzi degli hotel è stato registrato, secondo l’Hotel Price Index di Hotels.com, ad Agrigento, dove le tariffe medie sono passate dagli €86 del 2012 ai €93 del 2013, con un incremento dell’8%. Seguono Cefalù ed Amalfi, dove i prezzi sono aumentati del 6%, passando rispettivamente a €122 e €187 per camera a notte.

I cali più significativi si sono invece visti a Garda e Riccione, dove i prezzi sono scesi dell’11%; i viaggiatori hanno pagato in media €104 a notte per un soggiorno nella città regina della “movida” romagnola, mentre €123 per uno nella cittadina sul lago di Garda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*