Vienna, magico passato tra Sigmund Freud e Franz Shubert

nonameHotel ricchi di storia e di storie da raccontare (in italiano), a cominciare da Sigmund Freud, per passare a Franz Schubert e all’etichetta di un ottimo vino con il ritratto del celebre compositore: l’Associazione Austria per l’Italia che raggruppa 58 hotel austriaci dove si parla italiano, ha in serbo indirizzi da non perdere, per visitare gli angoli più belli dell’Austria e allo stesso tempo soggiornare in strutture che catalizzano interesse e curiosità, a cominciare dall’antico hotel & villa Excelsior (costruito tra gli anni 1895 e 1897), il cui ospite più famoso è stato sicuramente l’inventore della psicanalisi, Sigmund Freud, il quale per 7 anni (dal 1916 al 1923) scelse l’hotel & villa Excelsior nella rinomata cittadina termale di Bad Gastein per le sue vacanze estive.

Freud amava questa imponente villa padronale privata, gestita con passione dai proprietari che accoglievano (e accolgono tuttora) artisti, attori, scrittori ed ospiti da tutto il mondo. Freud era affascinato dalla bellezza di Bad Gastein, dagli edifici, dalla cascata e dalle passeggiate sulla romantica e selvaggia Kaiserpromenade; ancora oggi si prova lo stesso fascino di un tempo: l’ambiente è rimasto autentico, con i mobili originali, una piacevole sala lettura che mette a disposizione degli ospiti 500 libri, i dipinti e l’argenteria del 1895 completamente restaurati ed ancora utilizzati. Dall’hotel partono le passeggiate ed i sentieri più belli, ed a soli 5 minuti di cammino si raggiunge il centro di Bad Gastein con i suoi imponenti edifici in stile Belle Epoque (prezzo in bassa stagione parte da € 54,– per persona).

Un altro indirizzo fuori dagli schemi, unico e curioso è l’hotel Höldrichsmühle, a 17 chilometri da Vienna, immerso nella pace del bosco viennese e ricco di storie, come ad esempio quella di Franz Schubert, il grande maestro della musica romantica, che nella sua breve esistenza (1797-1828) ha lasciato in eredità al mondo oltre 1000 composizioni: molte di queste opere sono state concepite in località appena fuori dalle mura viennesi; la romantica Höldrichsmühle era uno dei suoi luoghi preferiti e qui, secondo la leggenda, compose la sua opera “Der Lindenbaum”, famosa in tutto il mondo. Anche il celebre pittore austriaco Ferdinand Georg Waldmüller scelse la Höldrichsmühle come ambientazione di numerosi quadri (esposti al celebre museo Belvedere di Vienna); come omaggio ad entrambi gli artisti, gli attuali proprietari dell’hotel hanno creato bottiglie di vino con etichette raffiguranti i due celebri personaggi. In questo splendido angolo di paradiso fuori Vienna, l’hotel invita gli ospiti a trascorrere vacanze speciali, tra città e natura, in un contesto incredibilmente piacevole: la scuderia dell’hotel permette di fare lunghe passeggiate a cavallo e imparare a cavalcare. Per i buongustai da non perdere è il caffè accompagnato dalla Schubert Torte originale o dal “Millirahmstrudel” con vaniglia calda. www.vacanzeinaustria.com            

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*