Giro del mondo in una tazza di tè

Black iron asian teapot with sprigs of mint for teaSorseggiare una buona tazza di tè è un piacere non soltanto per il palato, ma per tutto il corpo. Grazie alle sue proprietà benefiche, infatti, il tè è una bevanda perfetta per prendersi una pausa rilassante e nello stesso tempo ricaricare le energie. Hotels.com, sito leader nella prenotazione di hotel online, ha selezionato in tutto il mondo le migliori destinazioni dove godersi un’ottima tazza di tè: dalla tradizionale Londra alla Cina e al Giappone, passando per le distese verdeggianti dello Sri Lanka, un giro del mondo all’insegna di una delle bevande più amate e consumate.

Inghilterra – Londra

Parlare di “tea time” vuol dire inequivocabilmente parlare di Londra! Il rito del tè è una tradizione irrinunciabile e i viaggiatori dovrebbero approfittare di un soggiorno nella capitale britannica per goderselo ai massimi livelli. Al The Ritz, ogni giorno teiere d’argento e fini porcellane sono protagoniste di un rito diventato una vera a propria istituzione; per partecipare alla cerimonia è necessario prenotare e rispettare un dress code che prevede obbligatoriamente la giacca e la cravatta.

Il The Ritz – 5 stelle (a partire da €435 per camera a notte) è una scelta esclusiva e di classe per un soggiorno a Londra. Con le sue 133 stanze, di cui 22 suite, l’hotel è un vero fiore all’occhiello dell’industria alberghiera britannica sin dalla sua apertura nel 1906.

Giappone – Uji

Uji, città vicino a Kyoto, è considerata la capitale giapponese del tè. Il tè verde viene qui coltivato in grande quantità ed è protagonista a tavola non soltanto sotto forma di bevanda, ma anche nei tradizionali soba (tagliolini di grano saraceno) o nei coni gelato. A Uji, la Taiho-an tea house è stata costruita per diffondere la conoscenza della cerimonia del tè: donne in kimono servono il tè in un rituale ricercato e formale, perfetto per chi voglia conoscere da vicino la cultura giapponese.

Per un soggiorno a Uji, Hotels.com consiglia il Kyoto Uji Hanayashiki Ukifune-en – 4 stelle (a partire da €140 per camera a notte). In un’atmosfera rilassante, gli ospiti dell’hotel possono usufruire di sauna e idromassaggio proprio di fronte al fiume Uji.

Cina – Changsha

L’origine dell’uso del tè in Cina si perde nella notte dei tempi e pare risalire al 2700 a.C., quando si dice che una foglia cadde nella tazza di acqua calda dell’imperatore Shennong. Da quel momento i cinesi hanno decantato le proprietà medicinali e sociali di questa bevanda e ancora oggi il suo consumo è una consuetudine in tutte le case. Per un infuso davvero speciale, si può andare sull’isola di Junshan, in mezzo al lago Dongting, dove viene prodotto il “tè dell’ago d’argento”: amato dai regnanti del passato, a questo tipo di tè vengono anche attribuite proprietà che allungherebbero la vita.

A Changsha, capoluogo della regione dell’Hunan, Hotels.com consiglia di soggiornare presso il Crowne Plaza City Centre – 4 stelle (a partire da €92 per camera a notte). Dotato di piscina, sauna e palestra, questo hotel offre i migliori comfort ad una tariffa conveniente.

Sri Lanka – Nuwara Eliya

Conosciuta come “Piccola Inghilterra”, la città cingalese di Nuwara Eliya è famosa in tutto il mondo per le grandi coltivazioni di tè, che rendono il suo territorio un’enorme distesa verdeggiante. Grazie ad un campo da golf e ad un country club, i viaggiatori potrebbero effettivamente dimenticare di trovarsi nello Sri Lanka e pensare di essere in qualche località della campagna inglese. La Bogalantalawa Valley, nota come “Valle d’oro del tè”, è la meta perfetta per un viaggio tra i profumi e i sapori di questa bevanda.

Per dormire in una vera fabbrica di tè, ora trasformata in lussuoso hotel, ecco l’Heritance Tea Factory – 4 stelle. Grazie alle piantagioni di proprietà della struttura, i visitatori potranno bere un autentico tè a “km 0”!

Fonte Hotels.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*