Soggiornare a Hobbiton

Lo Hobbit di Peter Jackson è il film più visto durante queste feste. Per tutti gli appassionati del genere e non solo Hotels.com suggerisce di trascorrere una vacanza nei luoghi resi celebri da Il Signore degli Anelli. Località mozzafiato della Nuova Zelanda che hanno fatto da sfondo agli episodi nati dalla penna di J.R.R. Tolkien. Per rivivere le magiche atmosfere della Terra di Mezzo, l’ideale è immergersi nel cuore dell’Isola del Nord e dell’Isola del Sud e rivivere le avventure dei protagonisti del film.

[kelkoogroup_ad id="13541" kw="cake" /]

Matamata – Hobbiton
Matamata, cittadina nell’Isola del Nord, è il luogo che il produttore Peter Jackson ha scelto per creare Hobbiton, il villaggio degli Hobbit, i piccoli abitanti della Terra di Mezzo. All’interno delle verdi colline che contraddistinguono il paesaggio, sono state scavate le dimore con le caratteristiche porte a oblò. La casa di Bilbo Baggins, lo zio di Frodo, che anni prima aveva ritrovato l’Anello da cui è scaturita l’intera avventura, è stata invece ricreata all’interno di una fattoria privata della stessa zona.

Hotels.com consiglia di soggiornare al Trinity Wharf Tauranga – 4 stelle (a partire da 142€ per camera a notte): una struttura poco distante da Matamata, con una vista mozzafiato sulle acque della baia di Plenty, per rilassarsi dopo le fatiche del tour della zona.

Vulcano Ruapehu – Monte Fato
Nell’Isola del Nord, a metà strada tra Auckland e Wellington, si trova il Tongariro National Park, il quarto parco più antico del mondo, che ospita diversi vulcani. Jackson ha scelto il vulcano Ruapehu come location per la Terra di Mordor e, in particolare, per il Monte Fato: il centro del potere di Sauron, dove si trova la lava incandescente in grado di forgiare e distruggere l’anello. Molte sono le escursioni organizzate per visitare la montagna, sebbene sia stata resa quasi irriconoscibile dalla ricostruzione grafica del film, ma nessuno potrà portarsi a casa una foto ricordo: è vietato, infatti, immortalare il vulcano, luogo sacro e di culto del popolo Maori.

Per un soggiorno a pochi chilometri dal Tongariro National Park,  perfetto il The Park Travellers Lodge – 3 stelle (a partire da  18 € per camera a notte) che offre la possibilità di organizzare escursioni alla scoperta dei paesaggi del parco nazionale.

Wellington – Fortezza di Isengard, Villaggio di Bree, Minas Tirth, Weta Cave Museum
Wellington, la capitale della Nuova Zelanda, è stata utilizzata come location per diverse scene della saga: nella zona a nord della cittadina che ha dato i natali al regista, ad esempio, è stata ricostruita la fortezza di Isengard, dove il mago malvagio Saruman ha tessuto le trame dell’oscuro signore Sauron. Nella stessa zona sono stati ricostruiti anche il villaggio di Bree, dove gli Hobbit trascorrono una breve tappa del loro viaggio riposando nella Locanda del Puledro Impennato, e Minas Tirith, la fortezza, nonché ultimo baluardo contro l’esercito di Sauron. A pochi chilometri da Wellington è possibile visitare anche il Weta Cave Museum, per scoprire i retroscena delle riprese, gli effetti speciali e le tecniche che hanno dato vita ai personaggi.

Per immergersi nel cuore della natura neo zelandese, c’è il Wallaceville Motor Lodge – 4 stelle (a partire da 95 € per camera a notte) situato nei pressi di Wellington.

Glenorchy – Lorien
Anche l’isola del Sud è stata utilizzata come set per le riprese del film. Nei pressi del villaggio di Glenorchy, infatti, è stato allestito il set che riproduce Lorien, la terra a Nord della foresta di Fangom, dove Galadriel accoglie i membri della Compagnia dell’Anello. Oltre alla possibilità di immergersi nell’autentica atmosfera “elfica”, questi luoghi rappresentano un vero e proprio paradiso per gli appassionati di trekking.

Per una vacanza alla scoperta delle verdi colline della Nuova Zelanda, Hotels.com suggerisce di soggiornare al Distinction Queenstown Nugget Point Boutique Hotel and Spa – 4 stelle (a partire da 94 € per camera a notte), situato a breve distanza da Glenorchy.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*