Israele, tra spezie e sapori

Negli ultimi anni, Israele sta diventando una meta ambita per i turisti internazionali. Anche perché, oggi Israele accontenta tutte le tipologie di viaggiatori offrendo molteplici aspetti di sé. E se  Gerusalemme è la città per chi vuole fare un tuffo nella religione e nella storia, Tel Aviv è una sorta di Miami israeliana, con lunghe spiagge attorniate dai grattacieli, come Frishman Beach, adatte ai giovani turisti modaioli. Ma dove trovare anche musei e splendidi esempi di architettura.

Dalla storia all’arte, dalla movida allo shopping sfrenato. Ma non solo. Israele accontenta anche i viaggiatori buongustai. Qui, e soprattutto a Gerusalemme, sono molti i ristoranti di cucina kosher, che seguono le regole dettate dalla religione in materia di cibo.

Chi visita Israele deve assolutamente assaggiare i falafel, il piatto tipico onnipresente nei ristoranti così come nelle bancarelle di strada. Di origine araba, i falafel sono palline di ceci tritati aromatizzati da spezie e servite nella pita (il tipico pane) con verdure fresche e salse. C’è poi l’humus, una purea sempre di ceci cotti, con pasta di sesamo e lo shawarma, carne di pecora o di tacchino cotta lentamente su un grande spiedo e servita con pita, verdure e salse.

Da non perdere un giro a Machane Yehuda di Gerusalemme. Conosciuto anche come “The Shuk”, Machane Yehuda è un mercato all’aperto con oltre 250 venditori di frutta e verdura fresca, prodotti da forno, pesce, carne e formaggi, frutta secca, semi e spezie, vini e liquori, abbigliamento e calzature, articoli per la casa, e tessuti. All’interno non mancano i ristoranti che spaziano dal tradizionale cibo di strada all’alta cucina.

L’Ufficio nazionale israeliano del turismo propone una particolare iniziativa per gustare i sapori del mercato Machane Yahuda. L’iniziativa si basa su un sistema di “buoni”, accompagnati da una mappa e da una scheda perforata che permettono di camminare per il mercato e di provare liberamente una serie di prodotti, sapori e profumi. “Assaggi al mercato” include una varietà di cibi e bevande; pane fresco di Gerusalemme direttamente da un forno taboon, pane arabo e il tradizionale baigele a forma di anello con semi di sesamo. Inoltre è incluso un assaggio di caffè biologico con accanto la gustosa pasticceria tradizionale, bourekas così come una grande varietà di formaggi, sottaceti fatti in casa e le spezie locali e internazionali.

www.goisrael.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*