Malghe golose a Tall

Tall, piccolo borgo sopra Merano (Bz), apre le porte a chiunque voglia godersi una giornata molto rilassante sulla neve, con tre malghe aperte tutti i fine settimana, dal 4 dicembre al 13 marzo e durante le Feste.

Facilmente raggiungibile con un bus navetta, che parte dal centro di Merano (ogni giorno da Piazza delle Terme, con due soste, a Scena e a Verdines, si arriva al capolinea di Prenn), Tall sorge in una posizione dalla quale si gode uno splendido panorama sulla Val Passiria, sull’inizio della Val Venosta e su parte della Val d’Adige.

Per iniziativa di tre malghe, la Gompm Alm sotto l’Hirzer, a 1.800 metri, la locanda Sterneck a Prenn e il maso Haashof a Videgg, è nato “L’inverno di Tall”, ovvero la possibilità di poter trascorrere una giornata all’insegna della gastronomia e del movimento, tutti i fine settimana, da dicembre a feb-braio.

Le tre malghe resteranno aperte, offrendo piatti tipici della cucina altoatesina, talvolta rivisitati dalle abili mani dei cuo-chi, mentre, la natura circostante consentirà momenti di autentico riposo e relax.

Le cucine delle tre malghe si riforniscono di frutta, verdura e carne, esclusivamente dai contadini e coltivatori biologici (quasi sempre della zona), per offrire piatti genuini oltre che buoni.

Inoltre, sono state preparate 2 piste da slittino che, insieme alle tante opportunità di camminate, di ciaspolate, e di itine-rari per lo sci alpinismo, completano le occasioni per chiun-que abbia voglia di muoversi nella silenziosa natura, lontano dal traffico e dal turismo di massa.

Merano e i suoi dintorni
Guardando dall’alto, Merano e i suoi dintorni hanno l’aspetto di una stella, nel cui centro risiede la città di Merano e i cui raggi sono rappresentati dalla Val Venosta, dalla Val Passiria e dalla Val d’Adige. Lun-go queste valli si sviluppano meravigliosi borghi e comuni che negli anni hanno fatto del turismo la propria risorsa naturale, approfittando delle particolarità della zona: qui, infatti, la vita di città incontra quella rurale di paese, la flora mediterranea si riunisce con quella alpina e gli stili architettonici si mi-schiano – un cocktail di contrasti che arricchisce l’offerta turistica dodici mesi l’anno. Oltre 6000 posti letto disponibili su tutta l’area completano il panorama di questa regione, in grado di soddisfare ogni interesse, garantendo servizi e strutture varie e differenti ma il cui comune denominatore è l’alta quali-tà e la cura dei particolari in ogni proposta.

www.meranodintorni.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*