Docg: Dogliani Dolcetto e Corti (Garantiti)

L’11 e 12 novembre a Dogliani (Cn) il vino con la sua storia, i suoi volti e le sue tradizioni, diventa protagonista di una storia per immagini grazie alla rassegna Dogliani Dolcetto e Corti (Garantiti), realizzata con l’importante collaborazione dell’associazione Forum Enologie (France).

Il Best-of Oenovideo®, Festival internazionale dei film sulla vigna e il vino organizzato dall’associazione Forum Oenologie (France), è partner della manifestazione 2011 “Dogliani Dolcetto e Corti (Garantiti)” organizzata dall’associazione “Bottega del vino di Dogliani” e presenta la selezione dei film stranieri (www.oenovideo.oeno.tm.fr).

La terra d’elezione del Dolcetto ospiterà per due giorni opere provenienti dai cinque continenti. L’evento, voluto dalla Bottega del Vino di Dogliani con il sostegno della Regione Piemonte e del Comune di Dogliani, si svolgerà nel centro storico della cittadina che diede i natali al primo presidente della Repubblica, Luigi Einaudi. La Bottega del Vino, il Teatro Sacra Famiglia e il Cinema Multilanghe saranno lo scenario delle proiezioni di filmati e cortometraggi italiani ed internazionali. I film stranieri sono stati selezionati grazie al partenariato con il Best-of Oenovideo®. Il programma spazierà dalla sezione delle opere internazionali alle pellicole nostrane: le storie di uomini e donne che attraverso i filmati raccontano il loro essere produttori di vino. Tra i nomi importanti presenti ci sarà anche Jonathan Nossiter, regista di Mondovino, film – documentario “cult” per gli amanti del bere bene.

Con Dogliani Dolcetto e Corti (Garantiti), la Bottega del Vino di Dogliani conferma la volontà di trovare linguaggi nuovi per comunicare il vino. Con questo evento completa così la sua strategia iniziata lo scorso anno con il coinvolgimento dei blogger italiani, la realizzazione del nuovo sito web e il cortometraggio “Dogliani. Dolcetto e sogni” che verrà proiettato durante questa rassegna. “Il mondo sta cambiando e oggi dobbiamo comunicare al consumatore moderno. – afferma Paolo Boschis, presidente della Bottega del Vino di Dogliani – Il nostro territorio e il nostro vino sono meno noti dei vicini Barolo e Barbaresco. Abbiamo però una storia straordinaria da raccontare. Abbiamo scelto di orientarci a forme di comunicazione immediate ed originali e ci attrae l’idea del confronto con i nuovi media”.

L’evento è l’occasione per creare curiosità verso un territorio e un prodotto di grande qualità, il Dolcetto. Cineamatori, appassionati di vino ma anche chi desidera semplicemente passare un weekend originale, potrà scoprire Dogliani e il vino simbolo di questa denominazione, il Dogliani docg, che sarà sempre presente in degustazione durante la due giorni della rassegna.

Credit Photo: M. Gjivovich (foto di destra); sorgentedelvino.it (sinistra)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*