Più Cheese di così!

Non solo formaggi, ma anche birre di qualità al classico appuntamento di Slow Food. All’ottava edizione di Cheese si riconferma la tradizionale presenza degli espositori del Regno Unito, una costante sin dalla prima edizione del 1997. Quest’anno la collettiva britannica si arricchirà di un pub che servirà le classiche Real Ales, birre del Regno Unito non fermentate di altissima qualità, un ottimo abbinamento ai formaggi.

I formaggi artigianali britannici vengono presentati al mercato di Cheese soprattutto grazie al lavoro di alcuni affinatori, come Neal’s Yard Dairy, che sin dalla prima edizione riunisce la produzione di decine di piccoli caseifici che altrimenti non sarebbero in grado di affrontare l’impegno di una fiera all’estero.

Anche se il Cheddar rappresenta da solo il 66% della produzione nazionale, a Cheese si potranno assaggiare numerosi altri tipi di formaggi britannici. Dall’erborinato Cornish Blue allo Yorkshire Wensleydale, preparato ancora secondo la ricetta del 1150, sono tutti prodotti artigianali di nicchia, contraddistinti da un’altissima qualità, e pertanto in grado di soddisfare anche i palati più raffinati.

Come per l’edizione 2010 del Salone del Gusto, anche quest’anno la partecipazione del gruppo di espositori è stata organizzata dalla sezione italiana Food & Drink di UK Trade & Investment (UKTI), che opera presso il Consolato Generale Britannico di Milano ed è in grado di fornire informazioni complete sul comparto alimentare del Regno Unito.

Il Regno Unito produce annualmente 374 mila tonnellate di formaggio, di cui 249 mila di Cheddar. Ne esporta 112 mila tonnellate (l’89% in Europa). È anche un mercato di sbocco dei formaggi europei, con importazioni pari a 423 mila tonnellate.

Gli espositori britannici sono presenti nell’area del Mercato internazionale in Piazza Roma dallo stand B159 al B172.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*